facebook_pixel
Rimani in contatto

Sigaretta Elettronica: risultati della ricerca scientifica

sigaretta elettronica

29 Mar 2017 Sigaretta Elettronica: risultati della ricerca scientifica

La sigaretta elettronica è stata accolta con grande entusiasmo in Italia, eppure non sono mancate le polemiche sull’effettiva sicurezza di tale mezzo in sostituzione della tradizionale sigaretta. Eppure, secondo una ricerca dell’Università di Catania condotta nel 2015 da Riccardo Polosa, ordinario di Medicina Interna e direttore scientifico della Lega Italiana Anti Fumo (LIAF), i benefici della sigaretta elettronica provati scientificamente sono decisamente numerosi. Ecco i principali risultati di questo studio, firmato anche da Umberto veronesi, che concordano con molte altre ricerche effettuate in tutto il mondo.

sigaretta elettronica1. Mancanza di combustione

Poiché la sigaretta elettronica non prevede la combustione per funzionare vengono eliminati tutti i rischi che essa invece comporta nel caso delle sigarette tradizionali. Secondo lo studio, se per quest’ultime il rischio è 100, con le sigarette elettroniche il rischio è 5.

2. Diminuzione dei danni causati dal fumo

La ricerca ha dimostrato una sostanziale diminuzione dei danni causati dal fumo, per esempio tosse (!(%), bocca secca (17%), irritazione della gola (20%), mal di testa (10%). Molto rari inoltre i disturbi da astinenza da fumo di tabacco (come ansia, insonnia, fame). Non sono stati registrati cambiamenti di peso, variazioni del battito cardiaco o della pressione sanguigna, anzi è stato monitorato un miglioramento delle condizioni di salute generali grazie alla riduzione del fumo di tabacco.

3. Benefici psicologici

Gli studi condotti nei centri antifumo del Policlinico di Catania hanno dimostrato che la sigaretta elettronica è efficace anche dal punto di vista psicologico perché diminuisce gli stati di ansia e stress tipici dei fumatori di sigarette convenzionali.

4. La sigaretta elettronica rappresenta un valido aiuto per smettere di fumare

sigaretta elettronica 2Solo nel 2014 più della metà dei pazienti assistiti nei laboratori della Lega Italiana Anti Fumo ha smesso definitivamente di fumare. Un’alta percentuale, circa il 70% dei pazienti fumatori dalla sigaretta convenzionale a quella elettronica. Questi risultati si aggiungono inoltre a quelli di una ricerca pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica BMC Public Health che ha testimoniato come sei mesi di uso regolare della sigaretta elettronica abbiano reso possibile una riduzione del consumo di tabacco di almeno la metà in un buon 30% dei partecipanti, passando da una media di 25 a 6 sigarette al giorno, e addirittura il 36% dei fumatori nello studio ha smesso del tutto di fumare. Di questi, un buon 15% non utilizzava più neanche la sigaretta elettronica a fine studio.

Ai risultati di questo studio si possono aggiungere altri fattori vantaggiosi, per esempio non avere più la casa e i vestiti che odorano di fumo o poter scegliere tra molti diversi aromi. In ogni caso se utilizzate già la sigaretta elettronica oppure se avete intenzione di provarla, approfittate della vostra tessera Bergamo Cash Back del Distretto Arlecchino e guadagnate il 10% della vostra spesa presso:

Svapomatto – Viale Betelli, 24 – 24044 Dalmine (BG) – Aperto dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.30

No Comments

Post A Comment

RESTA AGGIORNATO E SEGUICI SU FACEBOOK